Il percorso diagnostico

Il giorno dell’esame il paziente raggiunge la struttura dove viene accolto dalla Reception che lo invia, dopo avergli attribuito un codice numerico per la tutela dei suoi dati sensibili, all’ufficio di accettazione apposito.
In fase di ACCETTAZIONE AMMINISTRATIVA, il paziente dovrà presentare tutti i documenti che gli sono stati richiesti in fase di prenotazione e procedere al PAGAMENTO DELLA PRESTAZIONE, pagando il ticket, se dovuto, o l’intero costo della prestazione se paziente solvente.
In questa fase autorizza il personale, tramite modulo scritto, al trattamento dei propri dati sensibili.

In fase di accettazione sanitaria, il paziente dovrà leggere e commentare con il medico di reparto una serie di documenti quali:

  • istruzioni per i pazienti sottoposti ad indagini diagnostiche medico nucleari con scheda per acquisizione consenso informato a sottoporsi all’ indagine diagnostica di medicina nucleare
  • una scheda per esprimere il proprio consenso informato a sottoporsi alla somministrazione di farmaci non registrati in Italia

Il paziente, una volta completate le procedure di accettazione sanitaria, potrà accomodarsi nella sala d’attesa dove attenderà il suo turno per l’erogazione della prestazione. Il personale addetto alla sala d’attesa segnalerà allo staff medico e ai tecnici che il paziente è pronto per l’accesso in reparto.
Il paziente si sottoporrà all’indagine diagnostica in REPARTO dove verrà accolto dal personale di supporto, dagli infermieri e dai tecnici che lo assisteranno durante tutto il corso dell’esame. Il paziente, prima di effettuare l’esame, deve sottoporre all’attenzione del medico di reparto, la documentazione clinica che possiede, compresi precedenti esami diagnostici, affinché il medico possa raccogliere l'anamnesi, valutare l'appropriatezza dell'esame e verificare la sussistenza dei requisiti generali di salute necessari per affrontare la specifica indagine e programmare la stessa con i protocolli più idonei alla patologia del paziente.
La consegna del referto avviene subito dopo l’espletamento dell’indagine diagnostica.
Infatti, a conclusione dell’esame, il risultato viene refertato nelle 48 ore successive dal medico responsabile del servizio e viene consegnato al paziente brevi manu o a un suo delegato.

Nelle 24 ore successive alla somministrazione del radiofarmaco, il paziente dovrà evitare dei contatti ravvicinati con bambini o donne in gravidanza.

 

Utilizzando questo sito, accetti che noi e i nostri partner si possa impostare dei cookie per personalizzare i contenuti come da nostra Cookie Policy Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, visualizza la nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information