Il ciclo attiva del paziente inizia quando il medico prescrivente, di fronte ad un problema clinico presentato dall’utente, richiede l’esecuzione di una indagine strumentale di diagnostica per immagini. Il ciclo consta di sei fasi:

  • individuazione dell’esame appropriato da parte del medico di base o dal medico specialista
  • prenotazione
  • accettazione amministrativa e sanitaria del paziente
  • valutazione dell'appropriatezza ed esecuzione dell’esame
  • refertazione e consegna della documentazione prodotta
Accettazione amministrativa e sanitaria

Il giorno dell’esame il paziente raggiunge la struttura dove viene accolto dalla Reception che lo invia, dopo avergli attribuito un codice numerico per la tutela dei suoi dati sensibili, all’ufficio di accettazione apposito. In fase di accettazione amministrativa, il paziente dovrà presentare tutti i documenti che gli sono stati richiesti in fase di prenotazione e procedere al pagamento della prestazione, pagando il ticket, se dovuto, o l’intero costo della prestazione se paziente solvente. Dopo aver concluso le procedure di registrazione amministrativa, il paziente viene accolto dagli addetti dell’ accettazione sanitaria/segreteria dove con l’ausilio di un medico del reparto, il paziente dovrà compilare e firmare una serie di documenti quali: un test di compatibilità all’esame di risonanza magnetica (qualora debba sottoporsi a tale tipologia di esame) una scheda per esprimere il proprio consenso informato a sottoporsi alla specifica indagine diagnostica modulo di autorizzazione per il trattamento dei propri dati sensibili eventuale scheda per delegare terzi al ritiro del referto Il medico di reparto verifica la documentazione clinica del paziente in particolare i precedenti esami diagnostici, raccoglie l'anamnesi e valuta l'approriatezza dell'esame, verificando la sussistenza dei requisiti generali di salute necessari per affrontare la specifica indagine e programmare la stessa con i protocolli più idonei alla patologia dello stesso. Il paziente, una volta completate le procedure di accettazione sanitaria, potrà accomodarsi nella sala d’attesa dove attenderà il suo turno per l’erogazione della prestazione. Il personale addetto alla sala d’attesa segnalerà  ai tecnici di radiologia medica  che il paziente è pronto per l’accesso in reparto. Per gli esami di RMN l’attesa potrebbe anche superare le due ore se in concomitanza sono previsti esami con somministrazione di narcosi.

Esecuzione dell'esame

Il paziente si sottoporrà all’indagine diagnostica in REPARTO dove verrà accolto dal personale di supporto, dagli infermieri e dai tecnici che lo assisteranno durante tutto il corso dell’esame. L’infermiere prepara il paziente all’esame con l’eventuale posizionamento di un catetere venoso per la somministrazione di eventuali mezzi contrasto per endovena. La somministrazione di mezzo di contrasto, sia nell’esame TAC che in quello di Risonanza Magnetica,  viene eseguita previa autorizzazione e sotto stretta sorveglianza del medico radiologo e del medico anestesista. In casi di emergenza clinica tutto il personale è stato addestrato all’emergenza e alle tecniche di BLSD. Una volta preparato il paziente, il tecnico procede all’esecuzione dell’esame. Gli infermieri e i tecnici, nell’erogazione di prestazioni più complesse o con somministrazione di mezzi di contrasto, si avvalgono di protocolli prestabiliti dal medico radiologo e della sua supervisione. Finito l’esame, il paziente sarà riaccompagnato nello spogliatoio, sarà eventualmente liberato di eventuali presidi medici, come per esempio il catetere venoso e sarà ricondotto in sala d’attesa, area in cui il personale si congederà dallo stesso e dove, in modo del tutto volontario, il paziente potrà compilare l’eventuale questionario di gradimento.

Ritiro referto

A conclusione della visita al paziente verrà comunicata la data per la consegna del referto e, in genere, tale consegna non viene effettuata oltre i 5 giorni lavorativi. Nel caso in cui vi siano comprovate necessità di urgenze, i tempi di consegna vengono ridotti, previa autorizzazione del medico responsabile. La consegna avviene brevi manu direttamente al paziente, a meno che il paziente non deleghi, tramite compilazione di apposito modulo, una o più persone a ritirare il referto. Nel caso di pazienti il cui luogo di residenza è lontano dalla nostra sede, sarà cura del personale di trovare una soluzione ottimale per far loro pervenire la documentazione attesa.

 

 

Utilizzando questo sito, accetti che noi e i nostri partner si possa impostare dei cookie per personalizzare i contenuti come da nostra Cookie Policy Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, visualizza la nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information